Home » Padre Giulio

Padre Giulio

Padre Giulio Maria Scozzaro - www.gesuemaria.it

Padre Giulio Maria Scozzaro - www.gesuemaria.it - Aicstur Events srls
Meditazione di Padre Giulio Maria Scozzaro del 29 agosto 2022

Sul vassoio hanno messo la testa dell'Italia.

Questa festa del martirio di San Giovanni Battista ci ricorda l’agire malvagio di persone devastate dal Male e pronte a tutto pur di raggiungere i loro obiettivi, senza preoccuparsi delle sofferenze che causano agli altri.

Non hanno la forza spirituale né il desiderio di agire nella verità e di bloccare l'istintività, riescono appena a rientrare in sé solo in presenza di qualche disgrazia o di sofferenze acute. Sono pochi quelli che  chiedono perdono a Dio.

Potrei citare tanti casi di iniziative sbagliate intraprese da uomini potenti o da grandi uomini d'affari o da politici senza saggezza e avvedutezza, dimostratisi nei fatti indifferenti sulle sorti dell’Italia e dei cittadini.

Numerosi cattolici senza alcuna prudenza spirituale, appoggiano politici considerati simpatici senza curarsi delle loro ideologie opposte a Gesù, senza considerare che certi politici appoggiano i potenti che governano il mondo.
Tanti politici italiani sono indifferenti per la perdita della nostra sovranità nazionale, dell’identità cristiana, delle nostre tradizioni. I politici cattolici autentici sono rari e agiscono come il Battista, sono voci che gridano nel deserto, voci isolate che non riescono ad ottenere nulla di buono per i cittadini.

Noi Sacerdoti non facciamo politica ma la Dottrina Sociale della Chiesa indica che è un dovere interessarci delle condizioni dei cittadini e lo facciamo indicando i principi non negoziabili e i valori cristiani.

I punti principali della Dottrina Sociale riguardano: l’Uomo; il lavoro; lo Stato.

Di queste esigenze sociali cristiane si sono fatti portatori in tutto il mondo numerosi cattolici, fra i quali San Giovanni Bosco, San Giuseppe Benedetto Cottolengo, Federico Ozanam, Léon Harmel ed altri.

È urgente la presenza di tanti nuovi Giovanni Battista in grado di annunciare la Verità della Bibbia, senza temere le ripercussioni dei cattivi e dei traditori.

La festa di oggi è particolare, è dedicata all’unico Santo, dopo la Madonna, di cui si festeggia la sua morte oltre che la sua nascita. Dio ha voluto che il suo popolo lo ricordasse anche con la festa di oggi per il suo martirio, ad indicarci la sua Fede e che per diventare veri seguaci di Gesù bisogna avere una Fede forte, essere coraggiosi e non curarsi del giudizio altrui quando è doveroso e opportuno gridare la verità.

La sua morte scaturisce da una vendetta consumata in un clima immorale, indecente e con un re fuori di sé, bavoso per vedere ballare una ragazza. Arrivò a fare una promessa inconcepibile, volle donare la metà del suo regno per vederla ballare. La risposta della ragazza fu inaspettata.

«Voglio che tu mi dia adesso, su un vassoio, la testa di Giovanni il Battista».

Chi scende a compromessi perde ciò che ha di più prezioso: la dignità.

Un re non dominava i suoi impulsi perché schiavo dei piaceri della carne.

Tutte le tentazioni sono superabili, proprio tutte, si possono vincere invocando Gesù e recitando il Santo Rosario alla Madonna!

San Giovanni Battista è il grande modello dei cristiani che seguono con coraggio Gesù Cristo e non temono ritorsioni nella difesa di Dio, della Santa Chiesa e del Vangelo storico. Sono i cristiani che hanno incontrato veramente il Volto di Gesù a non avere rispetto umano, in quanto essi non si vergognano di testimoniare pubblicamente Dio e non trascurano i doveri religiosi anche se vengono giudicati dai cattivi e dai diffamatori.

Meditazione di Padre Giulio Maria Scozzaro del 30 agosto 2022

Gli effetti della benedizione e della preghiera di liberazione.

Oggi è una fortuna ricevere preghiere di liberazione da un Sacerdote autentico, bastano pochi minuti con l’imposizione delle mani sulla testa del credente e i diavoli fuggono immediatamente dalla persona che riceve la preghiera.
Le preghiere di liberazione e di guarigione recitate dal Sacerdote che ama le anime e si considera un meschino strumento di Gesù, ottengono tantissimi benefici a tutte le persone che  soffrono e non riescono a guarire da malattie o a liberarsi dalle maledizioni ricevute.
Gli effetti sono tanti, potenti e straordinari, per esempio: dalla mente scompaiono confusione e tentazioni o pensieri immorali, disonesti; si riacquista la lucidità e il volto si trasforma da irritato a sereno; le sofferenze fisiche causate dai diavoli vanno via, scompaiono e si ritrova la buona salute; ritorna il desiderio di pregare; si ha più fiducia in Gesù e nella Madonna; si ricomincia a recitare il Santo Rosario; la vita appare bella e senza più turbamenti; i familiari e i parenti si amano con sincerità.
Tutti noi Sacerdoti dobbiamo fare preghiere di guarigione e di liberazione con grande Fede e considerandoci solo miserabili strumenti nelle mani Santissime di Dio Padre. Il nostro amatissimo Padre ci ha amato così tanto da volere la crocifissione dell’Innocente per salvare e guarire noi peccatori.
Non c’è spazio per descrivere le meraviglie che compie Gesù quando un Sacerdote pieno di Fede comanda ai diavoli di andare via immediatamente o prega per la guarigione di un ammalato. Dalla Fede del Sacerdote dipende l’intervento di Gesù. Ricordate bene queste due parole di Gesù.
«SE MI CHIEDERETE QUALCHE COSA NEL MIO NOME, IO LA FARÒ» (Gv 14,14).
«IN VERITÀ IO VI DICO: SE AVRETE FEDE PARI A UN GRANELLO DI SENAPE, DIRETE A QUESTO MONTE: “SPOSTATI DA QUI A LÀ”, ED ESSO SI SPOSTERÀ, E NULLA VI SARÀ IMPOSSIBILE» (Mt 17,20).
Gli effetti di una benedizione sacerdotale dipendono anche dalla Fede di chi la riceve, in alcuni dura una settimana e anche di più, in altri pochi giorni. Quando faccio una semplice benedizione a chi mi incontra, avverto l’immediato allontanamento dei diavoli, ancora più affrettata è la loro fuga quando faccio una preghiera di guarigione o liberazione.
Gesù vuole dare la guarigione fisica a tutti gli ammalati e ha dato ai Sacerdoti questo potere, pertanto andate dai Sacerdoti e chiedete benedizioni.
QUANDO FACCIO QUESTE PREGHIERE IN CUI CHIAMO GESÙ E MARIA AVVENGONO FATTI PORTENTOSI E SOVRUMANI, DIO SEMPRE INTERVIENE E RILASCIA LA SUA GRAZIA. IL SUO INTERVENTO SI PERCEPISCE SEMPRE E LA PERSONA AMMALATA O DISTURBATA AVVERTE GRANDI MIGLIORAMENTI, IL DOLORE DIVENTA GIOIA, SPESSO GUARISCE SUBITO.
Ogni Sacerdote può avvertire e vedere cose che non si possono raccontare, e ve lo scrivo per darvi certezza che Gesù e Maria Santissima ci ascoltano sempre e i diavoli fuggono terrorizzati soprattutto per la Fede dei Sacerdoti.
Si dovrebbe fare la fila ogni giorno davanti le Chiese per ricevere una benedizione dal Sacerdote, invece il modernismo di molti Vescovi e Sacerdoti nega tutto questo, non c’è più la volontà di fare del Bene al popolo di Dio fino a proibire di inginocchiarsi durante la Consacrazione nella Santa Messa. Scelte da insensati senza Dio.
Ancora peggio fanno i Ministri sacri che si rifiutano di dare la Comunione in bocca e si «scandalizzano» se un cattolico si inginocchia per ricevere Gesù Eucaristia in bocca. Dove è rimasta la Fede di questi celebranti? DOVREBBERO ESSERE PRINCIPALMENTE LORO A METTERSI IN GINOCCHIO NEL DISTRIBUIRE LA SANTISSIMA COMUNIONE.
I pensieri assillanti che trasmettono i diavoli si vincono facilmente con la preghiera e il proprio rinnegamento, con le buone opere, la pratica delle virtù, il completo abbandono in Gesù, la Confessione periodica e l’Eucaristia, l’adorazione anche giornaliera dell’Eucaristia.
Persone con questi disturbi si vedono facilmente in televisione e sembrano «normali» anche se le loro parole sono squilibrate o scriteriate ma molti le condividono. Questi personaggi amati dai telespettatori non possono capire la provenienza delle loro idee, non hanno alcun discernimento e seguono ogni loro pensiero come perfetto.
Quanti politici e personaggi famosi affermano parole insulse e compiono scelte contraddittorie, dannosissime nel tempo. La lungimiranza per loro cos’è? Hanno il vuoto dentro e i diavoli si impegnano nel riempirlo e ci riescono!
Tanti personaggi famosi appaiono felici e gaudenti, ma sono posseduti dai diavoli e i diavoli tacciono... non si manifestano esteriormente per condurli piano piano all’inferno.
È indispensabile pregare molto e bene ogni giorno, nessuno deve sentirsi al sicuro dai pensieri sbagliati che arrivano e perforano la mente, la traggono sempre in inganno, e la persona rimane convinta di avere le migliori idee personali. Sono pensieri formati dall’emotività del momento (raggiante o avvilita) e non c’è il discernimento spirituale che viene da Gesù. Inoltre, molti pensieri sono suggeriti dai diavoli.
La Fede forte ci rende sicuri della protezione di Gesù e della sua autorità nel comandare i diavoli. Questo è Gesù, dominatore dei diavoli e liberatore di ogni forma di negatività, ogni disturbo satanico presente nelle persone e nelle case.
Riflettete ogni giorno su queste frasi: Gesù comanda i diavoli; Gesù è Dio Onnipotente; Gesù può guarire in un istante; Gesù salva; Gesù libera; Gesù è l’Amore; Gesù è la Misericordia; nulla è impossibile a Gesù.

Meditazione di Padre Giulio Maria Scozzaro del 6 settembre 2022
 
 
Ogni peccato genera l’accecamento dello spirito
Gesù continua a chiamare nella sua Chiesa apostoli autentici, Sacerdoti e laici, per la diffusione della sua Parola.
Non possiamo scommettere neanche un centesimo sulla conversione del mondo, sul ritorno a Dio di molti Pastori convinti che i peccati non causano alcun danno morale né spirituale. Il mondo è nelle mani dei diavoli per la perdita della Fede di moltissimi Vescovi e Sacerdoti.
OGNI CATTIVA ABITUDINE RIESCE A FAR PERDERE  ANCHE LA VERGOGNA, ACCECA I PECCATORI AL PUNTO CHE NON VEDONO PIÙ IL MALE CHE FANNO, NÉ LA ROVINA CHE CAUSANO A SE STESSI.
OGNI PECCATO GENERA L’ACCECAMENTO DELLO SPIRITO, E QUANDO SE NE FA UNA CATTIVA ABITUDINE, L’ACCECAMENTO AUMENTA... L’UOMO CHE PERSISTE NELLA SUA CATTIVA ABITUDINE, PRIVATO DELLA LUCE DI DIO, VA AVANTI DI COLPA IN COLPA, E SI PERDE, PERCHÉ NON SI PREOCCUPA NEMMENO DI CORREGGERSI.
SI TRASFORMA IN UNA BESTIA PRIVA DI RAGIONE, CHE CERCA SOLO CIÒ CHE PIACE AI SUOI SENSI...
Per quanto sia piccolo il peccato, sempre ferisce l’anima. Così, se una persona viene assalita da un malfattore, alla prima ferita che riceve, è generalmente in grado di difendersi; ma se riceve ancora due o tre colpi, perderà le forze e finalmente morirà.
Ciò che succede all’anima non è molto diverso: dopo la prima o la seconda volta che pecca, le rimane ancora forza per resistere. Ma se persiste nel peccato, il nemico si scatena contro di lei e le toglie ogni forza per resistere.
LA CATTIVA ABITUDINE SI TRASFORMA ALLORA IN UN BISOGNO DI PECCARE, PERCHÉ L’UOMO SI RENDE SCHIAVO DI QUESTA PASSIONE. DETTO IN UN ALTRO MODO, FA UNA ALLEANZA DI PACE CON IL PECCATO.
Abbiamo compreso molto bene la dinamica del peccato, le conseguenze spirituali di quanti peccano senza confessarsi e rimangono privi delle forze necessarie per reagire alle tentazioni, per ritrovare il desiderio di confessarsi.
Considero come vivono tantissimi Vescovi, Sacerdoti e frati e sono molto addolorato, per colpa della loro apostasia centinaia di milioni di cattolici camminano sul ciglio della dannazione eterna e questi Pastori non se ne curano minimamente, come ho spiegato chiaramente sopra.
Se non hanno più la capacità di vergognarsi per gli scandali che commettono, cosa gliene potrà importare degli altri?
GESÙ E LA MADONNA PIANGONO PERCHE' L’INFERNO SI RIEMPIE DI ANIME DANNATE E LA CORRUZIONE TRIONFA SOPRATTUTTO NELLA CHIESA.
La corruzione è diffusa ovunque, quasi non c’è ombra di Bene e per quanto ho spiegato sopra, sono incalcolabili le persone possedute dai demoni anche se non avvertono alcuna reazione negativa. Già la vita che conducono è più che sufficiente per spiegare la presenza dei demoni e il loro potente dominio sulle persone che non pregano.
Gesù ha insegnato che i cattivi trionfano per poco tempo e i buoni festeggiano nella beatitudine in eterno. Quelli che oggi ridono per le sofferenze causate ai buoni, domani piangeranno... o grideranno per le sofferenze eterne.
Noi cattolici autentici non saremo vinti dai demoni per la nostra consacrazione al Cuore Immacolato di Maria e la costante vicinanza all’amatissimo Gesù.
Dio Padre è la Bontà, per lunghi secoli ha tollerato infedeltà, offese, oltraggi, miliardi di miliardi di bestemmie, opere sataniche con milioni di modalità, perversioni sessuali, violenza e brutalità peggiori delle bestie, manipolazione di ogni forma di Bene, esaltazione del Male, incalcolabili aborti, leggi contro la vita, tradimenti anche dai più beneficiati che sono i Pastori della Chiesa.
Quando si incontra Gesù la vita si trasforma e migliora tutta intera la persona.

MEDITAZIONE SUL VANGELO DEL 7 SETTEMBRE 2022

DI PADRE GIULIO MARIA SCOZZARO :

"GUAI, QUANDO TUTTI GLI UOMINI DIRANNO BENE DI VOI"

Il Vangelo di San Luca presenza solo quattro Beatitudini e aggiunge, rispetto a San Matteo, quattro guai. Dopo le parole di speranza, Gesù inquadra anche le condanne che subiranno i cattivi e spiega la gravità dei loro comportanti riassumendoli in poche battute.

La meditazione che è necessaria fare riguarda l’insegnamento di Gesù sui quattro guai. Rileggeteli con calma e approfondite la loro gravità.

Di sicuro ciò che lascia sorpresi è l’ultima affermazione: «Guai, quando tutti gli uomini diranno bene di voi».

Questo non approva che è cosa buona ricevere accuse o cattive parole, al contrario fanno parte di una persecuzione, ma qui Gesù vuol dirci che è sempre un gravissimo errore cercare facili consensi con compromessi e insabbiamento dei valori.

Siamo sul filo della questione che rimane preferibile spiegare in una catechesi, perché spiegarla in uno scritto è un po’ riduttivo e richiede tanto tempo. Bisogna utilizzare parole più chiare per inquadrare perfettamente il significato inteso da Gesù.

È NOSTRO INTERESSE CHE GLI ALTRI PARLINO BENE DI NOI, MA NON DOBBIAMO SVENDERE LA NOSTRA FEDE E LA NOSTRA DIGNITÀ PER «COMPRARE» LE LODI!

Questa frase in modo sintetico ci spiega l’ultimo «guai» che il Signore ha messo in conto.

È un tema molto interessante e non si tratta solo della Fede, intende anche la nostra vita sociale. In tanti modi si può cercare di attirare complimenti, sono però atteggiamenti che svendono la propria dignità e si utilizzano metodi alternativi per dare agli altri un’ottima impressione di sé.

Questo deve rimanere un proposito importante per tutti noi, non solo per la Fede, riguarda la persona in sé. Noi dobbiamo impegnarci al massimo per agire sempre con retta intenzione, nella piena onestà, nella verità cristallina, senza cadere nella debolezza del compromesso per suscitare il consenso.

Di sicuro rimane impossibile andare d’accordo con quanti hanno idee diverse o una fede opposta alla nostra. Si può dialogare di tante cose ma il tema religioso è impossibile o complicato. Uno dei due deve rinnegare la sua fede e auguriamoci che non avvenga mai a un cristiano proprio perché solo lui è nella verità.

Gli atei e gli anticlericali non possono lodare e parlare bene della Fede di un vero cattolico. Non riescono a farlo, oppure sono falsi!

Sono così opposti le concezioni di vita degli atei che per accettare la Fede di un cattolico devono anch’essi prima diventare cattolici.

Devono prima convertirsi, accettare Gesù Cristo nella loro vita e imitarLo! Ogni convertito riceve critiche e inviti a lasciare la vera Chiesa.

Esiste con troppa chiarezza un’opposizione a Gesù e quanti seguiamo il Signore riceviamo inevitabilmente accuse e diffamazioni fantasiose.

Se gli atei non ci criticano o mostrano consensi a quanto diciamo del Vangelo, vuol dire che parliamo di un Vangelo diverso da quello di Gesù.

È impossibile che gli atei e gli anticlericali allo stesso tempo accolgano il Vangelo storico e rimangano nelle posizioni di avversità a Gesù!

OGGI IL VANGELO DICE CHE I SACERDOTI E OGNI CATTOLICO NON DEVONO CERCARE DI PIACERE A TUTTI ANDANDO CONTRO LA FEDE E I VALORI MORALI.

Per andare d’accordo con gli atei bisogna rinnegare tutto; per farsi accettare dagli immorali si devono esprimere parole convenienti a loro; per ricevere applausi dai modernisti bisogna affermare che la non esistenza della metafisica e che il Vangelo si può cambiare perché nulla è definitivo... Ma questo lo affermano gli apostati, i traditori di Gesù.

«Guai, quando tutti gli uomini diranno bene di voi».

Per «tutti gli uomini», intende sia i seguaci del Vangelo che gli oppositori del Vangelo.

Non potrà mai esserci un vero profeta capace di far conciliare i cristiani che seguono Gesù, con gli anticlericali che odiano Gesù.

Con un po’ di buon senso si capisce che sono tesi impossibili e chi cerca di restare con un piede in due staffe, sbaglia, fa sbagliare e tradisce.

  

MEDITAZIONE DI PADRE GIULIO DEL 16 SETTEMBRE 2022

I diavoli ingannano con estrema facilità

Ricevere una Grazia speciale che sospende le leggi della fisica è un atto che stordisce anche i più increduli, però non tutti quelli che sono visitati dall’Onnipotenza di Dio sono riconoscenti e continuano a pregare.
Gesù ha sempre mostrato gratitudine per ogni piccola cosa compiuta nel suo Nome, tutti noi abbiamo le prove che nulla di quanto si compie per amore di Gesù rimane senza ricompensa perché Lui ci dona sempre cento volte tanto  quanto facciamo per Lui, nulla di quanto si dona per accrescere l’apostolato del Vangelo viene dimenticato dal Signore.
Gesù poteva con una facilità estrema far comparire dal nulla montagne di denaro e oro in quantità smisurata, il suo agire era però diverso, VOLEVA FAR ACQUISTARE MERITI AI PRIMI CRISTIANI CON LE LORO DONAZIONI. «Giovanna, moglie di Cuza, amministratore di Erode; Susanna e molte altre, li servivano con i loro beni».
È la spiegazione della difficoltà dei Santi come Padre Pio, Don Giovanni Bosco e Padre Massimiliano Kolbe nel realizzare le opere di Dio.
Furono incalcolabili le difficoltà che incontrò Padre Pio per raccogliere offerte e costruire il meraviglioso ospedale, e Natuzza Evolo si impegnò tanto per vedere realizzata la sontuosa Chiesa che oltre sessant’anni fa le fece vedere in una visione la Madonna.
Qui dove vivo stiamo completando un Centro di Spiritualità per organizzare incontri di preghiera e la scuola di preghiera settimanale, brevi ritiri, approfondire sempre più la conoscenza di Gesù e della Madonna e preghiere di guarigione e liberazione.
La mia disponibilità è totale nella formazione di veri cristiani secondo la Sacra Tradizione della Chiesa e il suo vero Magistero. Io brucio nello spirito nel voler aiutare quanti chiedono aiuti e farli consacrare alla Madonna.
I sostegni della Divina Provvidenza sono stati inenarrabili a dimostrazione che Gesù può tutto e la Madonna «guida» i lavori secondo la sua Volontà. I benefattori sono stati presenti con le donazioni perché ispirati da Dio, come avviene in tutti i luoghi sacri del mondo. Continuiamo a lavorare per realizzare altro a beneficio di quanti verranno a pregare e a trascorrere del tempo nel silenzio, nella pace soprannaturale e immersi nella spiritualità di Gesù e Maria. www.gesuemaria.it
Quando le opere sono di Dio, la Madonna è sempre presente per donare Grazie ai benefattori, ma i diavoli si impegnano con tutte le forze per mettere ostacoli, essi frenano anche i benestanti nel fare donazioni, mettono incertezze e fanno rimandare di continuo le donazioni. Le donazioni alle opere di Gesù permettono di ricevono Grazie per sé e i propri familiari, inoltre si riparano i propri peccati.
Le anime più sensibili si lasciano ispirare da Gesù, altre necessitano della scossa che arriva dalla sofferenza o da altri problemi.
È pericoloso lasciarsi guidare dall’istinto nelle scelte o nel dare il proprio giudizio, non tutto ciò che piace è buono e autentico, non tutto ciò che si pensa viene da Dio. L’impulsività o la passionalità porta a credere o a non credere in qualcosa che umanamente richiede maggiore approfondimento.
Per vincere il Male è necessaria una preghiera umile, continua e fiduciosa, la Confessione periodica e una vita morigerata. Questa è la vita del cristiano. La Fede dei cristiani autentici atterrisce i diavoli e con la recita del Santo Rosario sono costretti a fuggire. Il cristiano mette paura ai diavoli quando prega bene e ogni giorno, osserva i Comandamenti e pratica le virtù.
Nessuno deve abbattersi dinanzi alle sofferenze e alle malattie, anche quelle causate dai diavoli, ricordate sempre che nulla è impossibile a Gesù.
Tutto il male compiuto da maghi, fattucchiere e odiatori, ricadrà su di loro, magari non subito ma inevitabilmente avverrà e li annienterà.
Le persone che odiano e maledicono poi patiscono tutto il male augurato ai buoni, perché il male ritorna, i diavoli si rivoltano contro.
Benedico ogni giorno tutti voi e vi ricordo sempre nelle mie preghiere.